TERRA PRETA

Estimated reading time:1 minute, 0 seconds

Il terreno si rigenera

Tutto parte dalla scoperta, fatta in Brasile anni fa, dell’esistenza di terreni caratterizzati da un alto contenuto di materiale carbonioso, fino a 70 volte di più dei suoli circostanti. La Terra Preta (terra nera/scura in Portoghese), è un tipo di terra creata dall’uomo molto scura e fertile trovata in molte aree del Bacino Amazzonico, utilizzata per aumentare il grado di fertilità del suolo. Il suo nome è dato all’alto contenuto di carbone di legna, poiché si ottiene dalla miscela di carbone vegetale, ossa e letame.

Studiata da diversi centri di ricerca scientifica in tutto il mondo, si è arrivati alla conclusione che questa terra ha la capacità di incamerare i nutrienti grazia alla porosità del carbone vegetale, che migliora la ritenzione di materia organica, acqua e nutrienti disciolti così come inquinanti e pesticidi.  L’antica pratica agricola non solo renderebbe i terreni più fertili ma, se applicata su vasta scala, aiuterebbe a contrastare l’effetto serra, rimuovendo dall’atmosfera una gran parte della CO2 che vi si è accumulata.

La rivoluzione della Terra Preta sta nella sua capacità di essere allo stesso tempo un fertilizzante e un suolo fertile permanente: permette alla vita presente nella terra di rigenerarsi.

Fonte: corriere.it